Vai al contenuto

La radio è un cuore che batte forte

Che meraviglia, la radio. Un microfono, un pubblico invisibile, i tuoi appunti, il mixer. Una strana forma di solitudine condivisa. L’emozione e la paura di dire sciocchezze sono l’unico motivo per cui dirai sciocchezze, ma passano e si va avanti. Le pareti ovattate non assorbiranno mai completamente il rumore del tuo cuore che batte. Tum tum tum. Chissà se mia madre mi sta ascoltando, chissà i miei amici. Il sollievo, quando hai finito, e subito la voglia di tornarci ancora.

Dovrebbero farlo tutti, almeno una volta nella vita.

Io l’ho fatto per tanto tempo: avevo poco più di vent’anni quando ho chiesto e ottenuto uno spazio tutto mio su una radio locale. “Parlerai di gossip”, mi dissero, e siccome nella vita devo far bene tutto, cominciai a informarmi su amori, ammazzatine, separazioni, nascite, tradimenti, matrimoni, paparazzate e altro. Era l’estate in cui morì Micheal Jackson, si trasmetteva da un lido e dopo i miei venti minuti di gloria in cui informavo gli ascoltatori su chi aveva lasciato chi (che estate sarebbe stata senza, per tutti voi?) mi buttavo a mare a sciogliere il caldo e la tensione.

Ne è passata di acqua sotto i ponti, da quando tenevo sott’occhio le avventure sentimentali dei vip. Ho avuto spazi ben più impegnativi e ho cambiato emittente, trovando una realtà di professionisti giovani e appassionati. Quando mi sento incapace di affrontare la vita e il suo peso, mi ricordo che anni fa scrivevo, conducevo e facevo la regia dei miei programmi.

Oggi torno in radio e lo faccio con A Story Shop, un pezzo del mio cuore che batte sempre fortissimo. Facciamo l’ennesima scommessa. Mettiamoci alla prova ancora una volta.

Da sabato 13 ottobre, ogni sabato alle 11.00, A Story Shop – Storie di donne avrà uno spazio tutto per sé sulle frequenze di RadioStreet Messina (103.3 fm).

In ogni puntata affronteremo un tema, una parola chiave per creare un dibattito e raccontare storie di donne sviluppate proprio attorno a quel tema. Dalla puntata di sabato 20 ottobre in studio con me ci sarà un’ospite, una donna, e insieme parleremo di lavoro, famiglia, amore, passioni, sogni e realtà.

Per il primo appuntamento ho scelto di parlare proprio della radio – la radio è femmina – e di alcune esperienze radiofoniche che hanno rappresentato per molte donne in diverse parti del mondo uno strumento di riscatto, emancipazione, lotta o soltanto puro e magnifico divertimento.

Se volete segnalarmi una storia di donna, o se volete raccontarmi la vostra, scrivete a posta.astoryshop@gmail.com o inviate un messaggio qui. Ma scrivetemi anche se volete dire la vostra sul tema della settimana, che di volta in volta vi comunicherò sui profili Facebook di A Story Shop e di RadioStreet Messina.

Perdonate le sciocchezze che dirò domani. E’ colpa del mio cuore che batte forte.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: